La donazione di sangue comporta un rischio per la salute?

No. La quantità di sangue prelevata è minima rispetto alla quantità totale del sangue circolante, di modo che l'organismo compensa rapidamente la perdita.
Ad ogni prelievo viene sottratta una quantità di sangue pari a 450 mL che determina un calo temporaneo del volume totale di liquido che circola nei vasi sanguigni. Parallelamente la donazione riduce il numero di globuli rossi (eritrociti), responsabili del trasporto dell'ossigeno nell'organismo. Una persona in buona salute sopporta senza problemi questi due fenomeni (riduzione del volume circolante e del numero di globuli rossi), che in genere non causano alcun disagio.
Inoltre, dopo la donazione vi è un leggero abbassamento della tensione arteriosa, ma questa si riequilibra rapidamente. La donazione di sangue non può quindi fungere da terapia in caso di ipertensione.
Assumendo abbondanti quantità di liquido dopo la donazione (circa 0.5/1 L, ovviamente niente alcol!) il donatore ripristina il liquido perso e concede all'organismo il tempo necessario per adattarsi alla riduzione del numero di globuli rossi.
In un individuo in buona salute, questi si rigenerano in circa tre settimane.
Infine, non sussiste nessun pericolo di irrigidimento delle arterie e delle vene per le quattro donazioni annue.

Leggi le altre faq

DOCUMENTI PERSONALI DA ESIBIRE OBBLIGATORIAMENTE ALLA DONAZIONE
Viste le nuove disposizioni procedurali introdotte nella fase di accoglienza e di accettazione dei Donatori in sede di donazione dobbiamo obbligatoriamente richiedere l'esibizione del TESSERINO SANITARIO in c
Si può guidare dopo la donazione?
Sì, senza problemi, ovviamente a condizione di sentirsi bene.
Quali sono i tempi di ripresa dell'organismo?
Rispetto al volume totale di sangue presente nell'organismo la quantità di sangue prelevato è talmente minima che la sua perdita viene rapidamente compensata.
Quanto dura una donazione di sangue?
La donazione vera e propria dura solo dieci minuti circa. Bisogna calcolare anche altri 10 minuti di riposo sul lettino per evitare spiacevoli reazioni avverse.
450 ml di sangue, non sono troppi?
Un adulto dispone di quattro/sei litri di sangue, a seconda del peso.
Perché occorre ogni volta compilare un questionario?
Il questionario e le domande complementari poste oralmente dal personale medico sono necessari per appurare qual è lo stato di salute del donatore.
Gli sportivi di alto livello possono donare?
In via di massima si raccomanda di rinunciare ad attività sportive di alto livello (compresa l'immersione) per uno o due giorni dopo il prelievo.
Perché non si può donare sangue prima dei 18 anni?
Bisogna avere la maggiore età in quanto, dal profilo giuridico, la donazione di sangue è un intervento medico.
La donazione di sangue comporta un rischio per la salute?
No.
Donare è doloroso?
No. Donare sangue è una cosa totalmente diversa rispetto a ciò che molti si immaginano.
Vengo informato sull'esito dell'esame del sangue ?
Ogni anno, o comunque per donazioni distanti più di un anno l'una dall'altra, al donatore verrà inviato a casa l'esito dell'esame del sangue.
Cosa avviene del sangue che ho donato?
Ogni prelievo di sangue viene innanzitutto sottoposto ad accurate analisi di laboratorio.