Quali sono i gruppi più richiesti?

Non è semplice rispondere a questa domanda, i gruppi sanguigni sono ripartiti come segue

Gruppo sanguino Distribuzione percentuale
A 47%
B 8%
AB 4%
0 41%


Tale ripartizione dipende anche da fattori territoriali quindi possono variare in un determinato territorio, a causa della famigliarità che ivi si è instaurata.
Da tale tabella, si vede come i gruppi meno diffusi siano il B e AB che sono quindi più rari: questo vuole dire che ci sono sì meno donatori ma anche meno richieste.
La richiesta di sangue è variegata e dipende da tantissimi fattori come: la presenza sul territorio di reparti di chirurgia (spesso richiedono molto sangue), la presenza di persone affette da talassemia (come la provincia di Ferrara), la richiesta di plasma ed altri emoderivati da altre regioni. Per tutti i motivi prima elencati la raccolta sangue é organizzata su base regionale e in certi territori in cui l'offerta di sangue é superiore alla domanda si chiamano i donatori in base al gruppo sanguigno più richiesto al momento e parallelamente si invitano i donatori alla donazione di plasma (perché si conserva più a lungo). In provincia di Ferrara (Cento inclusa) non abbiamo tali problemi perché non ancora completamente autosufficienti.

L'obiettivo dell'Associazione è costruire una base molto ampia di donatori che all'occorrenza rispondano alla chiamata per donare e così gestire la maggiore o minore richiesta di certi gruppi. 

Leggi le altre faq

DOCUMENTI PERSONALI DA ESIBIRE OBBLIGATORIAMENTE ALLA DONAZIONE
Viste le nuove disposizioni procedurali introdotte nella fase di accoglienza e di accettazione dei Donatori in sede di donazione dobbiamo obbligatoriamente richiedere l'esibizione del TESSERINO SANITARIO in c
Si può guidare dopo la donazione?
Sì, senza problemi, ovviamente a condizione di sentirsi bene.
Quali sono i tempi di ripresa dell'organismo?
Rispetto al volume totale di sangue presente nell'organismo la quantità di sangue prelevato è talmente minima che la sua perdita viene rapidamente compensata.
Quanto dura una donazione di sangue?
La donazione vera e propria dura solo dieci minuti circa. Bisogna calcolare anche altri 10 minuti di riposo sul lettino per evitare spiacevoli reazioni avverse.
450 ml di sangue, non sono troppi?
Un adulto dispone di quattro/sei litri di sangue, a seconda del peso.
Perché occorre ogni volta compilare un questionario?
Il questionario e le domande complementari poste oralmente dal personale medico sono necessari per appurare qual è lo stato di salute del donatore.
Gli sportivi di alto livello possono donare?
In via di massima si raccomanda di rinunciare ad attività sportive di alto livello (compresa l'immersione) per uno o due giorni dopo il prelievo.
Perché non si può donare sangue prima dei 18 anni?
Bisogna avere la maggiore età in quanto, dal profilo giuridico, la donazione di sangue è un intervento medico.
La donazione di sangue comporta un rischio per la salute?
No.
Donare è doloroso?
No. Donare sangue è una cosa totalmente diversa rispetto a ciò che molti si immaginano.
Vengo informato sull'esito dell'esame del sangue ?
Ogni anno, o comunque per donazioni distanti più di un anno l'una dall'altra, al donatore verrà inviato a casa l'esito dell'esame del sangue.
Cosa avviene del sangue che ho donato?
Ogni prelievo di sangue viene innanzitutto sottoposto ad accurate analisi di laboratorio.