Assemblea Provinciale Avis Bondeno Domenica 23 Marzo 2014

Ieri si è tenuta la 63° Assemblea Provinciale di tutte le Avis del ferrarese a Bondeno .

Ai lavori hanno partecipato Presidenti e Delegati di tutte le sedi, che hanno ascoltato e votato le relazioni del Consiglio Direttivo ed il bilancio consuntivo 2013 nonchè quello preventivo per il 2014 con le relative linee guida.

A completamento dei lavori  sono state inserite due relazioni molto interessanti  su "Epidemiologia HIV : un problema ancora attuale" - relatrice Dott.sa Laura Sighinolfi e "Medicina Trasfusionale basata sulle evidenze e nuove strategie per il buon uso del sangue" - relatore Dott. Gian Luca Lodi.

Ma l'intervento che ha riscosso maggior consenso e partecipata empatia, è stato quello della Dott.sa Teresa Grappa, referente per la sezione provinciale ADMO, che con la rispettosa delicatezza che la contraddistingue da sempre, ci ha comunicato (avendo ottenuto il consenso dei famigliari) dell'avvenuta trasfusione di cellule sane di midollo osseo al bambino di Bondeno per cui era scattata la gara di solidarietà a fine 2013. La donazione è stata fatta da una ragazza tedesca e proprio grazie alla giovane età ci sono maggiori speranze nel buon esito del trapianto, grazie anche ai timidi ma costanti progressi che stà ottenendo il bambino ancora ricoverato al sant'Orsola di Bologna. La dottoressa ci ha tenuto a ringraziare tutti i nuovi iscritti ad ADMO, che si sono mobilitati da subito dando la loro disponibilità. 

Le probabilità di risultare compatibili con le esigenze di un malato grave sono 1 su 100.000 ; è quindi indispensabile avere un bacino di utenza il più vasto possibile. Un potenziale donatore potrebbe non essere mai interpellato nel corso della propria vita.

In tutta Italia attualmente abbiamo un totale di poche centinaia di migliaia di iscritti , mentre in Germania sono ben 7.000.000. Ecco perchè i nostri ammalati trovano la soluzione ai loro problemi di salute all'estero, se sono fortunati. Senza la generosità di quell'anonima donatrice tedesca il bambino di Bondeno (come tanti altri) non avrebbe potuto sperare di sopravvivere.

Da qui l'evidente necessità di sensibilizzare i nostri ragazzi al DONO. L'età di iscrizione all'albo mondiale dei donatori ADMO va dai 18 ai 40 anni.

AVIS di Cento è orgogliosa di contribuire, ormai da anni, alla diffusione e alla promozione di questo messaggio, accettando presso la propria sede le iscrizioni ed effettuando la raccolta della provetta per la tipizzazione del sangue, in concomitanza con le giornate di donazione .

 

I lavori della 63° Assemblea si sono conclusi con la relazione ed i saluti di Andrea Tieghi  Presidente Avis Regionale  Emilia-Romagna.