Relazione consiglio Avis Cento 2009-2013

Per tutti i soci donatori che non hanno presenziato all'Assemblea Generale di Martedì 26 febbraio u.s., riportiamo qui di seguito il testo della relazione ad introduzione dei lavori:

 

Assemblea del 26 febbraio 2013

 

Relazione del Consiglio AVIS Comunale di Cento

 

Un saluto al Rappresentante dell'AVIS Provinciale di Ferrara e a tutti i soci presenti.

 

Relazione sull'attività svolta nel quadriennio 2009 - 2012.

 

Andamento della raccolta

 

Questo è in sintesi l'andamento della raccolta degli ultimi quattro anni:

 

Anno

Donazioni

N. nuovi donatori

Note

2009

1509

95

Iscritti attuali: 948

di cui

uomini             686

donne              262

2010

1590

118

2011

1615

128

2012

1636

81

 

Come si può notare, l'incremento è stato costante, seppur non omogeneo. Certamente, sui dati dell'anno 2012 (particolarmente esaltanti nei primi quattro mesi) pesa non poco la situazione determinata dal terremoto con una giornata annullata e una raccolta effettuata presso l'ADVS di Renazzo.

Se i risultati complessivi nel quadriennio vengono riconosciuti come estremamente positivi dai nostri organi superiori, non possiamo adagiarci ritenendoci appagati, ma dobbiamo considerarli come una premessa per risultati ancora migliori. In futuro occorrerà essere sempre vigili per evitare spiacevoli sorprese come quelle che hanno caratterizzato alcune sedi della provincia di Ferrara.

Come si sa, è urgente rimpiazzare i donatori che, per anzianità non sono più idonei, da cui la necessità di ricercare nuove leve giovani, ma anche meno giovani. Altrettanto importante è cercare di ridurre il numero di abbandoni ingiustificati dopo la prima donazione o poco più.

Attività svolte

Oltre alle iniziative segnalate nelle relazioni degli anni precedenti, nel 2012 sono state promosse varie attività ormai ben collaudate: facciamo riferimento, ad esempio, al calendario Colori in Libertà, al calendario unificato ADVS Renazzo – AVIS Casumaro – AVIS Cento, alla Festa sociale, alle attività nelle scuole e alla pubblicazione dei nostri nuovi pieghevoli (che si stanno rivelando molto utili).

Alla fine dell'anno 2012 è stata perfezionata un'importante iniziativa relativa alla prenotazione online delle donazioni. Effettiva da inizio 2013, ha già dato risultati incoraggianti, anche se presumiamo che debba essere gradualmente estesa.

In relazione all'attività nelle scuole, ci piace segnalare il sostegno economico da noi concesso all'Istituto IPSIA per lo spettacolo (che fortunatamente si è tenuto prima del terremoto) presentato alla Pandurera, nel quale i ragazzi dell'Istituto si sono esibiti sotto la straordinaria guida degli insegnanti riscuotendo un grande successo.

Segnaliamo inoltre la nostra presenza presso le ultime classi delle Scuole medie superiori centesi, che ha dato come frutto l'afflusso di una ventina di nuovi donatori classe 1993-94.

Come sapete, con la presente assemblea, arriva a scadenza il Consiglio eletto quattro anni fa e, pertanto, si dovrà procedere al suo rinnovo.

Alcuni consiglieri, per ragioni varie, hanno espresso il desiderio di non ripresentare la propria candidatura, pur conservando l'impegno di continuare dall'esterno la collaborazione nelle attività dell'Associazione. Pertanto, il Consiglio dovrà accogliere al suo interno nuovi soci. Ci auguriamo che, sotto la guida di chi già nel Consiglio vanta una certa esperienza, possano continuare in modo proficuo l'attività dell'AVIS ed essere portatori di nuove idee e nuovi progetti.

Ricordiamo che a breve, entro cioè un paio d'anni, occorrerà predisporre tutto il necessario per ottenere l'accreditamento sotto la guida dell'AVIS Provinciale. I nuovi vincoli imposti a garanzia di maggiore sicurezza per il donatore e per il sangue raccolto rappresenteranno altrettanti fattori di complessità dal punto di vista informatico e procedurale e richiederanno un impegno crescente in termini di garanzia di qualità.

Rapporti con l'Amministrazione Comunale

Le buone premesse dell'inizio della collaborazione con la nuova amministrazione sono state in parte vanificate dall'emergenza seguita al terremoto. La nostra speranza è che, superata questa fase, si possa arrivare presto all'auspicata sintonia.

Sarà compito del nuovo Consiglio premere presso le autorità competenti (Comune e AVIS Provinciale) per risolvere il problema della mancanza di un magazzino per il nostro materiale e di un parcheggio adeguato per i donatori.

A conclusione del quadriennio, il Consiglio uscente desidera ringraziare calorosamente tutti i collaboratori che, in modo disinteressato, hanno offerto il proprio sostegno all'AVIS. Il nostro auspicio è che, come peraltro già avviene, un numero crescente di donatori si faccia promotore del messaggio dell'AVIS, convincendo amici e parenti a diventare nostri soci.

Un cordiale saluto a tutti i presenti,

 

 

 

Il Consiglio dell'AVIS Comunale di Cento

 

Cento, lì 26  Febbraio 2013